In quel "niente" del presente

Il distanziamento sociale, imposto dai medici per controllare le insidie del coronavirus, implica ragioni tecniche che possono coincidere con il classico “spaesamento” dell’Io, delle sue abitudini relazionali, sino a sconfinare negli aspetti estremi del trauma e della dissociazione. Mi rivolgo agli psicologi, medici e specialisti della salute, nonché alle persone più aperte a comprendere la possibilità di vedere meglio ciò che sta accadendo, osservandolo dal punto di vista psicodinamico.

Distanziamento fisico o sociale? Meglio un controllo sulla protezione della salute dell’individuo o un controllo collettivo delle frustrazioni ed attese prima che si traducano in furia distruttiva in grado di mettere in crisi la tenuta complessiva della società globale?

La Scuola di Psicoterapia ad orientamento Ecobiopsicologico evidenzia come gli aspetti centrali del distanziamento siano due: saper tollerare la propria indipendenza dalle opinioni sociali dei mass-media in vista della propria individuazione e sapere elaborare il distanziamento fisico e sociale, senza che questo comporti una frattura fra sé e il linguaggio condiviso, cioè fra sé e la Vita.

La Scuola propone allora una lettura psicosomatica del momento attuale, confrontando la paura della malattia sia come occasione di trasformazione psicologica, attraverso la scoperta della saggezza della Vita, che come solitudine necessaria – naturale per il poeta – per affrontare la tenuta complessiva della nostra psiche. Le lezioni si svolgeranno nel pieno rispetto delle norme sociali condivise – anche da remoto – ma nei loro contenuti si darà ampio rilievo alle riflessioni psicodinamiche ed archetipiche  indispensabili a orientare e curare la nostra anima.

Dott. Diego Frigoli

 

12 Ottobre 2020

Quel limite che crea...

“E’ il vento. Non lo vedi né lo senti sinché non trova un ostacolo, come tutte le cose che ci sono sempre state. Persino il mare sembra senza limiti, eppure canta solo quando li trova: infrangendosi sulla chiglia diventa schiuma; spezzandosi sugli scogli, vapore; sfinendosi sulle spiagge, risacca. La bellezza nasce dai limiti, sempre” (D’Avenia A., 2011, p.11). 

13 novembre 2020

L’uomo, la natura, la terra. Archetipi e simboli della rete della vita

Quest’anno ANEB propone una riflessione che a partire dagli eventi collettivi che ci hanno visto coinvolti a livello mondiale, con l’emergenza Coronavirus, delinei una visione integrata dell’uomo inserito nel mondo naturale, con le sue leggi, le sue correzioni e l’interazione mutativa che lo contraddistingue

18 Settembre 2020

A casa… con gli altri

Dopo mesi di lockdown, in cui ci siamo ripiegati nel guscio ovattato della nostra interiorità o siamo stati costretti a vincere la ritrosia ad uscire per necessità, l’estate è stata, per chi di noi ha avuto un tempo vacante da godere, un ritorno al fuori del mondo, all’aria aperta, al senso di libertà dell’esserci e del muoversi in quella zona intermedia tra la terra e l’aria che è la casa dell’homo sapiens. 

Focus

Master in Psicosomatica accreditato ECM

Educazione continua in medicina
L'ANEB è provider accreditato della Regione Lombardia per ECM/CPD.

Scopri di più

Eventi e conferenze

Conoscere noi stessi: il nuovo dialogo fra emozioni, psicologia e inconscio
 

Scopri di più

 

Provider ECM

ANEB è provider accreditato ed eroga crediti ECM per medici, psicologi ed altre professioni sanitarie.

Scopri di più

Eventi & ECM
Eventi
Conoscere noi stessi: il nuovo dialogo fra emozioni, psicologia e inconscio
31 ottobre 2020
Milano
Eventi
La visione ecobiopsicologica della salute e della malattia
17 maggio 2020
online
Eventi
Il trauma complesso in età evolutiva
10 maggio 2020
Milano