Home Eventi La visione ecobiopsicologica della salute e della malattia

La visione ecobiopsicologica della salute e della malattia

17 maggio 2020 - online

La visione ecobiopsicologica della salute e della malattia

evento FAD – formazione e aggiornamento
7 crediti ecm/cpd

Domenica 17 maggio 2020
dalle ore 9 alle ore 17,30

Vorremmo portarvi con noi in una grande avventura, un’esplorazione del potenziale umano e della salute visti sotto l’ottica ecobiopsicologica.
Oggi noi sappiamo che esiste una concezione del tutto nuova della Vita, in cui convergono i nuovi sviluppi della biologia evoluzionistica e gli studi più recenti della fisica quantistica, i quali comportano l’idea che il mondo fisico e l’uomo stesso siano una rete di relazioni inseparabili fra loro, e che lo stesso pianeta sia un sistema autoregolante.
La conseguenza immediata di questo nuovo paradigma è che l’uomo non è più considerato una “macchina”, in cui mente e corpo interagiscono fra loro separati dall’ambiente e dal contesto psico-socio-economico in cui vivono, ma l’Uomo e la Natura sono gli epifenomeni di una “danza” comune ispirata secondo i fisici dal campo-Akashico di in-formazione e secondo l’ecobiopsicologia dal campo archetipico del Sé.
Queste considerazioni hanno portato alla formulazione di una salute come “equilibrio dinamico” del soggetto appartenente alla rete della vita, e alla malattia come “disequilibrio informativo”. In questa prospettiva il terapeuta dovrebbe essere in grado di confrontarsi con questa patologia dell’in-formazione, che può essere classificata in base ai diversi tipi di rottura dell’equilibrio in-formativo.
A partire da tale concetto, diventa necessaria una “nuova figura di terapeuta” che sia in grado di dialogare con le due modalità comunicative, segnica e simbolica, in cui convergono gli sforzi di tutti gli scienziati – biologi, genetisti, fisici, medici e psicologi – che si occupano di intervenire armonicamente sull’individuo, tenendo conto dell’intera rete in-formativa e della inscindibilità tra mente-corpo-natura.
In questo incontro, la sfida di fronte a noi sarà quella di esplorare il comportamento epocale che la pandemia sta generando nei confronti dell’umanità, per evitare che, se non si aprono gli occhi molto rapidamente, la civiltà umana possa incontrare problemi dolorosi per la sua stessa sopravvivenza.
Siamo entrati non nell’era della profezia e della predizione, ma nell’era dell’imprevisto. Potremmo trovarci dinnanzi a molti altri mutamenti politici inaspettati, a imprevisti mutamenti economici, a mutamenti climatici, a nuove scoperte, e a cambiamenti così inattesi da non potere nemmeno immaginare quali. In nostro soccorso viene incontro la capacità della mente umana di pensare in termini analogici e simbolici, per mettere insieme in un quadro coerente il senso di ciò che sta accadendo.

Relatori
Diego Frigoli, psichiatra, psicoterapeuta, Fondatore dell’Aneb e del pensiero ecobiopsicologico
Giorgio Cavallari, psichiatra, psicoterapeuta, docente e supervisore presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Istituto Aneb
Mara Breno, psicologa, psicoterapeuta, docente e  Tutor della Scuola di Psicoterapia Istituto Aneb
Naike Michelon, psicologa, psicoterapeuta formata Aneb, docente della Scuola di Psicoterapia Istituto Aneb

Nota: la giornata è aperta a tutti. I crediti ECM sono dedicati alle seguenti figure professionali: medici, psicoterapeuti, psicologi, operatori sanitari.

Quote di partecipazione
Con crediti ECM:     
- € 90 + iva | Tesserati Aneb: € 45 + iva
Senza crediti ECM: 
- € 70 + iva | Tesserati Aneb: € 35 +iva
Studenti universitari € 30 iva compresa

Per iscrizioni:
scarica il modulo (in pdf compilabile)

Per informazioni: istituto@aneb.it – 02 36519170