Spot homepage

FUNZIONE

Rappresenta la possibilità di collegare aspetti della realtà che si corrispondono fra loro per orientare la coscienza alla comprensione della natura unitaria del mondo. Ad esempio, le ossa del piede di un uomo e le ossa della zampa di un cavallo. La funzione simbolica, pertanto, lega la forma naturale alla incorporeità della causa archetipica che ispira il fenomeno vitale ed è basata sulla analogia funzionale che evita il determinismo concettuale delle regole razionali. La funzione simbolica si applica non soltanto alle forme naturali della filogenesi ma anche alla caratteristiche del livello di “coscienza” pertinenti a tali forma, perché ogni forma del mondo vivente, come ricordano i neuro scienziati della complessità Humberto Maturana e Francisco Varela, ha un proprio livello di cognizione.

Ad es: il livello di cognizione di un batterio sarà legato al suo modo di rappresentarsi le relazioni con il suo ambiente, attraverso il PH, la temperatura, ecc.. Man mano che si risale nella scala evolutiva sino all’uomo la cognizione diventerà coscienza primaria e coscienza riflessiva. Attraverso lo studio della funzione simbolica sarà possibile sul piano psicologico comprendere il livello regressivo delle somatizzazioni e pertanto operare una terapia mirata alle stesse.